La Bellezza di un Tango vale il suo Piacere?

. . Un bravo musicalizador conosce il “suo” pubblico e ne asseconda per quanto possibile i gusti. Penso che un musicalizador capace è chi riesce a proporre ciò che possa più piacere ai ballerini. Adatta le sonorità anche all’ambiente creando un’atmosfera gradevole, se possibile distesa e gioiosa, che doni ore di felicità agli amici danzanti e non.   Dalla mia consolle emergono brani ed io contemporaneamente osservo… . Una coppia può ballare un tango esaltandone la parte estetica proiettandola verso l’esterno. Un’altra ne esalta il lato piacevole, suadente, calmo, corazon a corazon.  . E’ bello osservare queste ed altre forme espressive quando sono fatte bene ed a tempo. . Tuttavia non è detto che la Bellezza e il Piacere si escludano a vicenda.    Le dame si adornano in modo da esaltare la loro gentile natura ed il ballerino ne esalta l’essenza.   Le guardo ballare e riscopro tutta la loro bellezza nei movimenti più semplici e naturali. . Questo succede quando il ballerino riesce a condurle in una danza che le soddisfi.   Spesso guardo un bravo ballerino attraverso l’espressione del viso della donna con cui balla. . Per contro vedo che quando la ballerina è proiettata solo sull’estetica, le sue energie lasciano la coppia e vanno verso l’esterno. .   Lo stesso accade al ballerino quando si esalta solo nella compiacenza delle sue figure e si dimentica della persona che stringe fra le braccia. .   Quindi si può accomunare l’estetica ed il sentimento ballando il tango? . E’ una bella sfida da ricercare sempre…..

leggi altro