Sarebbe come fare un buco nell’acqua…

Quanto è importante la Poesia nel tango argentino?

.
Tanto, anzi tantissimo.

Senza non ci sarebbe senso.

Sarebbe come fare un buco nell’acqua. Invece così rimane il segno.

 

E che segno!

 

E’ la Poesia, la bellezza unica del tango, la sua storia, la storia dei suoi personaggi più o meno illustri.

Le Storie sono narrazioni di vita, sono poesie.

Ogni storia nasconde un segreto e con questo segreto sei completamente immerso nella sua Cultura, quando balli od ascolti la musica del tango.

Ti senti di far parte di questa storia, della cultura del tango, legata ai sentimenti delle persone, delle loro storie.

Il tango, come genere musicale, si affaccia sul palcoscenico da non molto tempo, poco più di 100 anni, però porta con se una quantità di contenuti unica.

 

Francesco libri Massimo Di Marco

Francesco libri Massimo Di Marco

Si dice che per capirla ed apprezzarla meglio devi conoscerne i testi.

Si dice che ignorandoli perdi più del 50 per cento della ricchezza del tango.

E quindi è importante averne perlomeno un’idea.

Sarebbe come stare con una persona ed apprezzarla con tutti i tuoi sensi ma non capire quello che ti sta dicendo.

.
Con i libri scritti nella tua lingua puoi capire di più, gustare ed apprezzare molto di più.

Ed è questo è il segreto della storia del tango, la sua poesia, conoscere, sapere, far diventare tuo quello per cui spendi tanti soldi in scarpe, vestiti, lezioni di passi.
Mettiamo del sentimento e dell’amore consapevole in quello che facciamo. Soprattutto per essere onesti con noi stessi.

.

 

Deve diventare un imperativo riempire di poesia, di conoscenze e di sostanza il nostro muoversi e trasmetterle alla persona con cui stai ballando.

.
Questa è la mia natura…..

E’ per questo che mi emoziono quando penso di essere ben considerato, e sono ormai tanti anni, da persone, insigne studiosi, scrittori di tango come Massimo Di Marco

 

Massimo Di Marco e Miguel Angel Zotto

Massimo Di Marco e Miguel Angel Zotto

 

Davide Rasulov, violinista bambino russo di 11 anni

 

Massimo Di Marco per scrivere i suoi libri si è trasformato in topo da biblioteca, Francia, Spagna e Argentina.

La sua ricerca storica è certosina e quindi preziosissima. I suoi libri danno sostanza al mio tango.

Dovrebbero essere tradotti in almeno 10 lingue.
Rivivere dal vivo emozioni che appartengono alla storia ti fa sentire per un momento immortale.

Ti fa sentire uno che appartiene ad un flusso inesauribile.
Il tango nasce in un violino 100 anni fa, il 17 marzo a Buenos Aires, con Elvino Vardaro bimbo di 10 anni.
Il 17 marzo 2015 al Conservatorio di Milano le note Derecho Viejo, il suo significato è molto interessante, che è solo un tango; si solo un tango suonato da un violino, quello di Davide Rasulov bimbo di 11 anni: il flusso continua e fra 100 anni ascolteremo…….
Grazie Massimo.

 

copertina

El Cachafaz

Gavito-saggi-copertina

Il tango nel cuore

 

http://www.tangolibri.it/MASSIMO%20DI%20MARCO.htm
http://www.tangocaffe.it/massimo-di-marco.htm
http://www.tangoargentino-milano.it/massimo_di_marco.html

 

Per scrivere questi libri Massimo si è impegnato veramente tanto.

Enrico Bellini per scrivere La Sonnambula, il cui protagonista si chiama Elvino, impiegò solo 2 mesi.

El Cachafaz – 1 anno e mezzo di studio e preparazione
Carlos Gavito – 3 mesi di studio e preparazione
Eduardo Arolas – 5 anni di studio e preparazione
Elvino Vardaro – 3 anni di studio e preparazione

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.